Aida Maria Zoppetti & V.S. Gaudio▐ Le 2 Banane e il tobòga della Tuffatrice

  Distrazioni:idea numero 57
Aida Maria Zoppetti
from ricreazione

Le due banane della tuffatrice

Archimede passò alla storia, oltre che per il famoso bagno e per la passeggiata in costume adamitico per le vie di Siracusa, anche per la frase che soleva ripetere:”Datemi un punto d’appoggio e vi solleverò il mondo”. I posteri, questo ricorda Achille Campanile, vanno in visibilio per questa frase(1). Come vanno in visibilio i contemporanei per la banana di Maria Sharapova. Insomma, equiparata alla storia di Archimede, che andava dicendo datemi un punto d’appoggio e vi solleverò il mondo; la tennista, che, è risaputo, ha sempre bisogno di potassio, è famosa per la frase: “Datemi una banana e vi solleverò il (-phi) al Meridiano, basta guardare la mia immagine fotografica quando il vostro (-phi) a potassio e magnesio ha ben pieno il gozzo!”. 
Non tanto conosciuta è invece la storia di queste due banane e lo scivolo nella poesia visiva di Aida Maria Zoppetti: un giorno, una tuffatrice, che non aveva a disposizione il trampolino, usò uno scivolo, solo che era a corto di potassio, anche perché il trampolino-scivolo la faceva sempre scivolare e cadere, e così, esasperata,si arrampicò ancora sullo scivolo, evidentemente un tobòga, e si piegò in avanti come solo Emilie Heymans(2) sapeva fare e, al visionatore là sotto, urlò: “Dammi due banane e mi solleverò al Meridiano del tuo (-phi) e sai dove me li metto la Sharapova, il poeta-visionatore e Jacques Lacan!”
(1)Cfr.Achille Campanile, Archimede, in: Idem, Vite degli uomini illustri, Rizzoli editore, Milano 1975.(2)Non è un caso che sia scivolata,o shummulata,questo è davvero un Heimlich patagonico, nella nostra storia la tuffatrice canadese, canadese come il tobòga.