La cuginanza│4.Il gioco di Harleyquinn

Quella cugina, come se fosse Harley Quinn.
Il gioco alla primiera di Harley
a calendario propizio e solo ha questo mal
che dura poco, e spesso bea chi ha bicchier piccini,
e fa un gran mal giocare se gli ha fretta
anche se Harley è troppo bestiale, pone ad un tratto
troppa carne a foco
tanto che per un’altra puntata, o messa che dir si voglia,
lei deve dar da beccare a chi ne voleva
nella stessa piegatura ci fu subito un altro
che mise su quanta moneta ebbe stando
quanto può il più in giuoco, e così avvenne
che altri ancor quanto ognuno il più
gli aggrada stessero a fare
questo giuoco dell’alzare
che per quanto Harlequin avesse mostrato
il Belvedere facendo sì gran galleria,
non le toccava il cul che le mutande di seta
la troia era andata a dare il culo a Bragalla
così si era calata i leggings e s’era messa culo a ponte
e pur facendo alla mutola si chiama sempre
“guard’il culo” o ben “alla primiera”,
“a potta retro” il gioco del diavolo, che è
simile al sette e mezzo, fatto con i tarocchi,
tuttora diffuso nei luoghi connessi per storia
e geografia con il Piemonte che fa rinnegar
la fede a chi non l’ha tanto che lo si chiama
anche il gioco del poi, non ne ha e ne sa
Harlequin un punto più di lui?

Harley come se fosse quella cugina.